PCTO - ex A.S.L.

INTRODUZIONE

L’attività di Alternanza scuola lavoro è stata disciplinata dal Decreto Legislativo n. 77/2005 e successive modifiche ed integrazioni. Successivamente, con la legge 107/2015,   l'Alternanza Scuola Lavoro diventa una modalità didattica strutturale e obbligatoria nel triennio della scuola secondaria di secondo grado per un monte ore minimo di 400 ore negli istituti tecnici e professionali e 200 ore nei licei.

Il   decreto-legge n. 50 del 2017 (art. 57, commi 18-21), convertito in legge dal dispositivo 96/17, ne modifica la denominazione in  “Percorsi per le Competenze  Trasversali e per l’Orientamento” (PCTO)  e riduce il numero minimo obbligatorio di ore da svolgere (risulta requisito di accesso all’Esame di Stato) a 210 per i percorsi tecnici e professionali e a 90 per i percorsi liceali.  

Per garantire una adeguata qualità dei percorsi proposti, l'istituto si è rifatto alle indicazioni metodologiche e alla modulistica proposta dall’USR Veneto che avendo istituto specifico gruppo di lavoro, ha prodotto materiali di supporto alle scuole strutturati e adeguati alle Linee Guida MIUR. 

I Percorsi per le Competenze  Trasversali e per l’Orientamento vengono realizzati  grazie a due tipologie di attività che si alternano in modi diversi durante il percorso triennale degli studenti:

- Project work 

- Stage

Project work : consiste nello svolgimento di un prodotto concreto, intellettuale o di un servizio, definito tra l'istituto di appartenenza e il Soggetto ospitante in base alle richieste specifiche di quest'ultimo.  Tale attività, svolto a livello di gruppo di lavoro, prevede la progettazione, l'organizzazione del lavoro e la realizzazione ed è supportata in ogni fase da docenti /tutor esterni .

Stage: consiste in un'esperienza individuale svolta presso un soggetto ospitante con il quale vengono concordate le specifiche mansioni dello studente sulla base del profilo in uscita del suo percorso scolastico.

Pubblicata il 09-02-2022 da MONICA PERIN