Giornata internazionale delle persone con disabilità

“La scuola è fatta apposta per questo: per insegnare ai ragazzi che gli uomini nascono e rimangono uguali nei loro diritti pur essendo diversi e per insegnare che la diversità tra gli uomini è una ricchezza, non un handicap.” Tahar Ben Jelloun

La Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità del 3 dicembre, istituita nel 1992 dall’ONU nasce per sensibilizzare le persone sul tema della diversità e del suo valore, dei diritti inalienabili di ogni essere umano, indipendentemente dalla condizione fisica, psichica, sensoriale, sociale.  

Il pieno ed effettivo rispetto di tutti i diritti delle persone con disabilità è profondamente radicato nella ricerca di giustizia sociale ed uguaglianza in tutti gli aspetti della nostra società.

L’inclusione è il processo attraverso il quale è possibile affrontare e rispondere alla diversità dei bisogni dei discenti, quindi tutta la comunità scolastica, grazie al possesso delle necessarie conoscenze, competenze ed informazioni, deve poter tradurre tali abilità in adeguate strategie, accorgimenti, sostegni e supporti finalizzati a fare acquisire ad ognuno, nel rispetto dei principi di inclusione, le massime competenze possibili per poterle sfruttare al meglio nei vari contesti familiari, sociali e lavorativi, tra di loro strettamente interconnessi.
Un percorso che implica la rimozione delle barriere in modo che ognuno sia in grado di ottenere il massimo beneficio dalla propria istruzione, dal modello educativo e formativo proposto dalla scuola.

Ultima modifica il 05-12-2022